MASSONERIA e MASSONERIE

Sembra quasi impossibile dare una definizione unica di massoneria. Alcuni studiosi ritengono che esistano tante definizioni quanti massoni. Le stesse obbedienze difendono, ciascuna con motivazioni proprie, la loro particolare concezione della Massoneria. Ad esempio:

“La Massoneria è un Ordine universale iniziatico di carattere tradizionale e simbolico. Intende al perfezionamento ed alla elevazione dell’Uomo e dell’Umana Famiglia” (Costituzione del Grande Oriente d’Italia).

“La Massoneria è una organizzazione non-religiosa, non politica, fraterna e caritativa tra le più antiche e le più grandi nel mondo. (Costituzione della Gran Loggia Unita d’Inghilterra)

“La Massoneria, essenzialmente istituzione filantropica, filosofica e progressiva, ha per oggetto la ricerca della verità, lo studio della morale e la pratica della solidarietà” (Costituzione del Grande Oriente di Francia).

“La Massoneria è un ordine iniziatico tradizionale e universale fondato sulla Fratellanza. “(Costituzione della Gran Loggia di Francia).

“La Massoneria è in primo luogo un’alleanza di uomini liberi di tutte le confessioni e di ogni estrazione sociale. “(Costituzione della Gran Loggia Alpina Svizzera).

“La Massoneria, o più precisamente, l’Ordine dei Massoni Antichi, Liberi e Accettati, è una società iniziatica e filosofica le cui origini si perdono nella notte dei tempi. “(Costituzione della Gran Loggia del Quebec).

Nell’impossibilità di dare una definizione unica, le scienze umane possono considerare la massoneria come un insieme di fenomeni storici e sociali, “polimorfici nel tempo come nello spazio”, che hanno in comune pochi lineamenti e dove le differenze sono tali che molti studiosi preferiscono usare il plurale quando parlano di massoneria. Un famoso studioso francese, Yves Hivert Masseca, propone una suddivisione in cinque tipi principali di massonerie diverse in linea di principio, nonostante l’esistenza di numerosi casi intermedi:

1) Una massoneria “esoterica”, che mette in risalto il processo iniziatico dovrebbe ipoteticamente far passare l’adepto dal “buio” esteriore all’ “illuminazione” interiore. Questo tipo di Massoneria si riscontra principalmente nel continente europeo, soprattutto nella massoneria cosiddetta degli “alti gradi”.

2) Una massoneria “cristiana”, che è concepita come un approfondimento della spiritualità cristiana. E’ il caso del Rito svedese e le denominazioni scandinavi o tedesche che accettano (o hanno da tempo accettato) solo membri cristiani, per lo più protestanti.

3) Un massoneria di tipo “antico / anglosassone” che crede che lo scopo della sua esistenza sia   l’educazione morale e civile dei suoi seguaci. Questo tipo di massoneria di solito è definito come un “sistema speciale di morale insegnata sotto il velo dell’allegoria per mezzo di simboli.” Proibisce qualsiasi discussione politica o religiosa e fino alla fine del XX secolo esigeva di solito dai suoi membri che appartenessero a una religione monoteista. Questo tipo di Massoneria è estremamente maggioritaria in Nord America e nei paesi del Commonwealth.

4) Una massoneria “moderna, liberale e simbolica”, che si riferisce alla prima versione delle Costituzioni di Anderson (1723) e “si riferisce di volta in volta alla tradizione ed al progresso, per una forte pratica simbolica e una riflessione politica e morale “. In particolare, è presente in Europa continentale e in America Latina.

5) Una massoneria “agnostica”, che afferma che le opinioni metafisiche e religiose dei candidati non devono essere prese in considerazione per l’ammissione e lavora principalmente per la costruzione di una società migliore, consentendo nelle logge le discussioni politiche. Molto spesso mista, è la maggioranza in Francia e molto presente nel resto dell’Europa continentale.